sabato 26 novembre 2011

Salamandra


Distesa su umorali terreni
di vita terrena e di ancestrali profumi,
regina del tuo regno fatato,
mi osservasti incuriosita.
Ed io, piccola intrusa,
mi stesi accanto a te.
ed imparai.
Imparai che il tuo camminare strisciante
era composto da quella dignità
persa nell'indietreggiare eretto dell'uomo.
(Sabry aka Iside)


Nessun commento:

Posta un commento